Claudio Monteverdi
Sacro e Profano

Hours and date:
Sunday 1 November-2020
Place:
Conservatorio "Cesare Pollini", auditorium
turno pomeridiano: 16:00
turno serale: 20:30

Via Carlo Cassan, 17, 35121 Padova PD
Tickets:
Share:

In ottemperanza all’emergenza sanitaria per evitare il diffondersi del COVID-19 e alle relative disposizioni ministeriali, il concerto è rinviato a data da destinarsi.

Amici della Musica di  Padova
La Stagione Armonica

Programma

Claudio Merulo (1533-1604)

Toccata Prima del V tono, da Toccate d’intavolatura d’organo, Libro Secondo

Claudio Monteverdi (1567-1643)

Messa a 4 voci da cappella (1650)

Giovanni Gabrieli (1557-1612)

Canzon del decimo tono C 231 per organo

Claudio Monteverdi (1567-1643)

Lamento d’Arianna a 5 voci (Madrigali VI libro, 1614)

Giuseppe Tartini (1692-1770)

Tantum ergo
Salve Regina

Esecutori

Concerto Vocale e strumentale
LA STAGIONE ARMONICA

Organo
ROBERTO LOREGGIAN

Direttore
SERGIO BALESTRACCI

Questo programma è come un lampo che improvvisamente illumina la prima metà del seicento italiano, il cui protagonista indiscutibile è il genio di Claudio Monteverdi. La Messa a quattro voci, pubblicata postuma nel 1650, fa parte di una raccolta di musiche sacre. Il Lamento di Arianna, pubblicato molti anni prima, costituisce uno dei brani più toccanti di questo musicista: qui la musica aderisce agli affetti del testo poetico con una naturalezza e una forza espressiva che di rado è stata raggiunta nella storia della poesia per musica. I due brani per organo testimoniano l’alto livello tecnico ed espressivo raggiunto alla fine del ‘500 a Venezia dagli esecutori a quello strumento; Merulo, in particolare, era stato primo organista a San Marco. Giovanni Gabrieli successe a Merulo nella stessa carica ed è considerato il più grande musicista all’alba del secolo XVII.

La Stagione Armonica, da anni attiva nello studio di questo repertorio, intende dedicare questo concerto al carissimo amico, anch’egli appassionato musicista padovano, Daniele Carnovich, recentemente scomparso, non dal ricordo e dal cuore dei suoi amici che oggi qui eseguono questo programma, con cui aveva condiviso tante esperienze umane e musicali.

Sergio Balestracci

Missa pro defunctis 7 v. (Excerpt) Ahi que dolor (excpert)